Sguardomobile

Scritture di esistenza e resistenza nella società multimedioevale

Home > 03 - Traduzioni > Società e politica > Che cosa sono i documenti declassificati

08 - Documenti declassificati USA

Che cosa sono i documenti declassificati

venerdì 20 giugno 2003, di Lorenzo Flabbi

Alcune informazioni tradotte dal sito della Michigan State University Libraries

Documenti declassificati

Nel 1972 l’Executive Order n. 11.652 ha rivisto la regolamentazione a proposito dell’accessibilità alle informazioni riservate degli Stati Uniti. Con le nuove disposizioni le informazioni riservate più vecchie di 30 anni sono state sistematicamente sottoposte a un processo di declassificazione dagli archivisti USA, e così anche per tutti i nuovi documenti omissis il destino è quello di essere resi pubblici allo scadere dei trent’anni, eccezion fatta per quelle informazioni specificamente sottoposte a un’ulteriore protezione.

Migliaia di documenti governativi del dopo guerra che erano stati ufficialmente classificati come Top Secret, Secret o Confidential sono stati declassificati grazie a queste disposizioni.

Inoltre, il FOIA (Atto di libertà d’informazione), ebbe un significativo impatto sui documenti declassificati. Esso partiva dal principio che i documenti in possesso delle agenzie e dei dipartimenti del braccio esecutivo del governo USA fossero accessibili ai cittadini. Con l’adozione del FOIA la questione si spostò dal "bisogno di conoscere" al "diritto di sapere".

Nel 1978 l’Executive Order 12065 operò un’ulteriore riforma del sistema di classificazione. Lo standard per rendere riservati i documenti di fece più esigente così che nessuna informazione potesse essere tenuta segreta se non in casi di provata necessità alla luce di un reale pericolo per la sicurezza nazionale. Tutti i documenti cominciarono a essere declassificati con la maggior solerzia possibile e, a parte poche eccezioni, la maggior parte dei documenti furono declassificati allo scadere dei vent’anni e non più dei precedenti 30.

Nel 1995, con molta enfasi, il Presidential Executive Order 12958 cambiò il sistema un’ultima volta, ancora in prospettiva di una maggiore trasparenza.

Cosa c’è nei documenti declassificati.
Il materiale nel Declassified Documents Reference System include documenti della CIA, del Dipartimento di Stato e di vari componenti del Dipartimento della Difesa, della National Security Agency e del FBI. Sono tutti documenti che erano stati classificati come Top Secret, Secret o Confidential. Il tipo di documento può essere il più vario: telegrammi, corrispondenza, verbale di riunioni di gabinetto. Varie sono anche le dimensioni, gli scopi, la lunghezza e la qualità del materiale.

Non si trovano, invece, tra i declassificati i documenti che sono stati declassificati automaticamente allo scadere dei 30 anni previsti in origine, né i documenti resi pubblici espressamente, come alcuni del Pentagono, né documenti apparsi in altre pubblicazioni.

Come trovare i documenti declassificati.
Il gruppo dei documenti declassificati è diviso in due sezioni. La prima è una collezione retrospettiva dei documenti declassificati tra il 1972 e il 1975. Essa consta di più di 9000 documenti. La seconda parte inizia con i documenti del 1975 e consiste in indici annuali, microfiche e documenti vari. Circa 3/4000 documenti di questo tipo sono pubblicati ogni anno.

Tra le varie fonti e catalogazioni in cui si trovano i documenti declassificati c’è la Digital National Security Archivi, una collezione comprensiva di più di 35000 documenti tra i più importanti, tra i quali molti sono catalogati in sezioni tematiche. Alla data del luglio 1999 c’erano 12 collezioni complete: Afghanistan, Crisi di Berlino 1958-1962, Baia dei porci, El Salvador, Affare Iran-Contra, Intelligence Community, Rivoluzione in Iran, Uso Militare dello Spazio, Nicaragua, Disarmo Nucleare, Filippine e Sud Africa.


Traduzione di Lorenzo Flabbi

Messaggi

Un messaggio, un commento?

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.