Sguardomobile

Scritture di esistenza e resistenza nella società multimedioevale

Home > La collana SguardoMobile > Giulio Braccini - Sorella Pigrizia. L’accidia purgatoriale come forma mentis (...) > "Sorella Pigrizia" - Due o tre cose che ci sono in questo libro

"Sorella Pigrizia" di Giulio Braccini

"Sorella Pigrizia" - Due o tre cose che ci sono in questo libro

sabato 7 marzo 2009, di Giulio Braccini

Dalla quarta di copertina

Non è un caso che Belacqua, incontrato da Dante nel quarto canto del Purgatorio, sia l’unico personaggio capace di muovere l’austero poeta «un poco al riso». La pigrizia, peccato veniale e «allegro», è la variante purgatoriale dell’infernale «tristizia», e soprattutto è contrapposta all’arroganza della vanità intellettuale di qualsiasi Ulisse. Belacqua, il pigro, è l’eroe di questo racconto critico in cui Giulio Braccini incontra e fa parlare il narratore del Furioso, il Montaigne dei Saggi, il Marivaux dei Giornali, i personaggi di Sterne, Oblomov, i nostri crepuscolari, il Tristan Corbière “autore segreto” di Beckett, e Beckett stesso. Il viaggio si chiude su Virgilio che, accompagnato il discepolo fino alle porte del paradiso, ridiscende lentamente verso l’inferno, e magari reincontra Belacqua ancora seduto nel solito posto.


L’estratto che c’è in bandella*

«Il pa¬radiso terrestre? Non potendolo raggiungere, contentiamoci almeno di dirne male. Dante vi berrà sublimi acque di dimen¬ticanza e di divina scienza. Per noi che, con Belacqua, restiamo a mezza costa, si può trovare il modo di bagnarsi la gola anche un po’ più in basso del cielo. Non lo stiamo già facendo?
Ogni giorno è una prova del fuoco. Non c’è bisogno di raggiungere il sole, perché ci pensa già lui a raggiungerci con i suoi raggi, che nell’aria crepuscolare di questo purgatorio di vita i nostri mortali corpi spezzano creando così le ombre lunghe di quei Grandi che quaggiù ci pispigliano.»

* Dove per “bandella” si intende l’aletta**
** Di copertina



L’indice generico che c’è in quarta

FARE O NON FARE (introduzione a mo’ di antiantipurgatorio) – 1. TUTTE LE SOSTE DELLA COMMEDIA (cos’è la “pigrizia purgatoriale”) – 2. SORELLA PIGRIZIA E DONNA MALINCONIA (cosa non è “pigrizia purgatoriale”) – 3. LA VETTA E LA MEZZA COSTA (Belacqua contro Ulisse) – 4. LA GAIA SAGGEZZA (Belacqua contro i Tristi) – 5. UNA VERTIGINE DI REGISTRI NARRATIVI (Belacqua e Casella; ovvero: Belacqua narratore) – 6. LA FATICA DI ESSERE PIGRI (Belacqua contro Dante e Virgilio) – 7. NEL DILAGARE DEL “MAL DU SIÈCLE” (Belacqua contro se stesso)


L’indice completo in Pdf è scaricabile qui