Sguardomobile

Scritture di esistenza e resistenza nella società multimedioevale

Home > 10 - Il bel mondo: appuntamenti e comunicati > Andrea Zanzotto: un poeta nel tempo

10 - Il bel mondo: appuntamenti e comunicati

Andrea Zanzotto: un poeta nel tempo

Convengno internazionale a Bologna per gli 85 anni del poeta

mercoledì 22 novembre 2006

La poesia - scrive Andrea Zanzotto - sembra divagare e intorbidare, ma infine dilucida quanto v’è di più aggrumato nella storia”: è questo il punto di partenza di Andrea Zanzotto: un poeta nel tempo, il Convegno Internazionale di studi che l’Università di Bologna dedica il prossimo 23 novembre al "più importante poeta italiano dopo Montale" (Contini), per ricordare il proprio laureato ad honorem in occasione del suo 85° compleanno.
Nell’ambito del Convegno, coordinato da Niva Lorenzini, verrà proiettata la lunga videointervista rilasciata per l’occasione da Andrea Zanzotto l’11 novembre scorso, dal titolo: Andrea Zanzotto. Letture di un poeta; si troveranno, inoltre, esposte le rarissime prime edizioni dei libri di Andrea Zanzotto, gentilmente fornite dallo stesso autore; saranno visibili al pubblico l’edizione dei Cori per il film E la nave va di Fellini (con i disegni del regista) e altri preziosi libri d’arte prodotti da Zanzotto in collaborazione con alcuni tra gli esponenti più rappresentativi della pittura del novecento (come Emilio Vedova), tra i quali il nuovo libro Dal paesaggio, contenente alcune poesie (edite e inedite) del poeta di Pieve di Soligo “commentate” da altrettante incisioni originali della pittrice Graziella Da Gioz.



Programma

Foto di Lewis Carroll

23 novembre 2006. Dalle ore 9.30
Biblioteca del Dipartimento di Italianistica - Via Zamboni 32, Bologna, I piano

Saluti inaugurali - ore 9,30

Giuseppe Passatelli
Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia

Angelo Guglielmi
Assessore alla Cultura e rapporti con l’Università - Comune di Bologna

Gian Mario Anselmi
Direttore del Dipartimento di Italianistica

Presiede Niva Lorenzini (Bologna)

Maria Antonietta Grignani (Siena)
"Lapilli" per Zanzotto critico

Francesco Carbognin (Bologna)
Le "funzioni insospettate" della poesia

Andrea Cortellessa (Roma)
Il sangue, il clone, la madre norma. Zanzotto e Fortini, corrispondenze e combattimenti

Alberto Bertoni (Bologna)
Geologie poetiche

Francesco Venturi (Pavia)
Sentieri interrotti tra i materiali genetici del "Galateo in Bosco"

Stefano Colangelo (Bologna)
“Nel sacro della primavera”. Appunti su Idioma

A fine mattinata

Andrea Zanzotto
Letture di un poeta

Sessione pomeridiana - ore 15.00

Presiede Fausto Curi (Bologna)

Clelia Martignoni (Pavia)
Il linguaggio della sovrimpressione (una poetica?)

Stefano Dal Bianco (Siena)
Una figura di Zanzotto nel tempo

Silvana Tamiozzo Goldmann (Venezia)
Piccola storia di una poesia per un pittore: “La contrada. Zauberkraft” per Armando Pizzicato

Martin Rueff (Parigi)
Istorialità e temporalità autentica nella poesia di Andrea Zanzotto

Luca Stefanelli (Pavia)
“La Beltà”: una campionatura metrica

Gianmaria Annovi (Bologna)
“Passaggio per l’informità”: Zanzotto e la defigurazione

Jonathan Sisco (Bologna)
L’intelligenza del poeta. Zanzotto prosatore

Coordinamento:
Niva Lorenzini

Segreteria organizzativa:
Francesco Carbognin
francesco.carbognin@unibo.it

Un messaggio, un commento?

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.