Sguardomobile

Scritture di esistenza e resistenza nella società multimedioevale

Home > 10 - Il bel mondo: appuntamenti e comunicati > Olimpia: Il respiro dell’eternità

10 - Il belmondo: appuntamenti e comunicati

Olimpia: Il respiro dell’eternità

Un’iniziativa olimpica di Fabrizio Corselli. Concorso di Stesura Poesia Mitica

martedì 17 agosto 2004, di Redazione

Riceviamo e - incuriositi, increduli, affascinati - volentieri pubblichiamo il bando di un concorso organizzato da Fabrizio Corselli e spalleggiato dalla banda di Kinglear capitanata dall’indomabile Giuseppe Iannozzi (qui il suo personal blog).
Corselli ?® un caso raro di poeta che agisce con fierezza nel mondo aureolato di profumi d’antan della poesia celebrativa, rendendolo a suo modo vicino, materico, attuale. Cliccando qui si trovano alcuni versi e la brillante esposizione di alcune delle sue magmatiche teorie a proposito. Tra le altre cose ?® fondatore della palermitana Scuola Poetica di Orfeo "una scuola di natura simposiaca che si prefigge di riportare alla luce ed incentivare lo studio della musicalit?† nel testo poetico".
Per partecipare al concorso non ?® necessario essersi intrattenuti sotto l’ombrellone a discorrere di Terpandro, "al quale si deve il passaggio dalla lira tetracorde alla versione eptacorde". Per??, forse, abbiamo l’impressione che un po’ aiuti a vincere.

(PS. La scadenza del bando ?® posticipata al 15 gennaio 2005)

Olimpia: Il respiro dell’eternità

Iniziativa di Fabrizio Corselli

Stesura Poesia mitica

Sotto i percossi afflati dello spirito olimpico che tutto avvolge al pari di quei moti eolici che divergono le vele di Odisseo verso la propria patria, tale iniziativa si prefigge di celebrare le discipline sportive nel loro pieno carattere universale, attraverso la rievocazione dei paradigmi mitici greci e di riscoprire il gusto ed il fascino della poesia agonale.

Nota.1 - Ognuno potrà partecipare con un limite di temi sviluppabili in base alla schema previsto dall’iniziativa (vedi Note di compilazione). Il massimo è di due temi.

Nota.2 - La partecipazione è aperta a tutti coloro che desiderino cimentarsi nella stesura di una poesia mitica che abbia come tema una disciplina sportiva (secondo lo schema previsto). La partecipazione è Gratuita.

Nota.3 - Data di scadenza per la consegna degli elaborati: 20/10/2004 (Posticipata al 15 gennaio 2005, NdR). Tutti gli elaborati dovranno pervenire entro tale termine. L’nvio oltre il termine stabilito sarà causa d’esclusione dalla Selezione.

Nota.4 - Ognuno può partecipare con opere originali ed in lingua italiana, purché inedite e non obbligatoriamente aderenti allo stile e cultura del tempo in cui si attuarono le Olimpiadi. Per questo, l’iniziativa non si configura come una emulazione dello stile classico, ma cerca di riprendere il tono che spetta ad esso in vista della stesura di un mito greco. Lo scrittore è libero di ben conciliare - come meglio creda - il paradigma mitico scelto e la disciplina sportiva, oggetto della poesia.

Nota.5 - Tema da sviluppare e Note di Compilazione: le linee guida vanno sviluppate secondo lo schema a seguire, sempre però assecondando la liberta nel momento della stesura ed attenendosi al numero di versi richiesti. Il partecipante può scegliere di sviluppare tanto una disciplina sportiva quanto un’altra o concedersi una celebrazione della città di Olimpia o ancora delle stesse Olimpiadi (pur sempre attraverso il parallelismo con un mito greco, scelto per i fini della stesura).

1) Celebrazione di Olimpia (dai 20 ai 45 versi)*

2) Celebrazione delle Olimpiadi (dai 45 ai 90 versi)

3) Disciplina sportiva (dai 35 ai 50 versi) **

4) Disciplina sportiva delle Olimpiadi classiche e Vincitori (dai 25 ai 42 versi) ***

* La celebrazione di Olimpia così come la rievocazione delle stesse Olimpiadi, potrebbe essere usata per la costituzione finale di un’opera definitiva, assumendo qui la funzione di Proemio. Quindi, in base al numero di temi sviluppati, si opterà per la formazione di tale opera, resa organica in funzione delle finalità prefissatesi. Per rendere più facile l’approccio alla celebrazione di Olimpia, si veda il mito di Enomao e Pélope.

**la disciplina sportiva dovrà essere obbligatoriamente celebrata attraverso un paradigma mitico; ad esempio celebrare il Tiro con l’Arco attraverso il mito di Artemide Arciera, o il Salto in Alto attraverso il Volo di Icaro, ed ancora la Fiamma di Olimpia con il Fuoco di Efesto. Si lascia piena libertà all’intuito dello scrittore, ed alla sua capacità di scelta per una migliore resa.

*** questa sezione viene intesa come una vera e propria forma di aderenza al mondo classico delle Olimpiadi, concentrandosi nell’atto della rievocazione a nomi che hanno fatto la storia di tali attività sportive, come ad esempio Alcibiade, o Euridamo da Cirene, o ancora Terpandro di Sparta, al quale si deve il passaggio dalla lira tetracorde a versione eptacorde. In questa sezione, vengono annoverati inoltre tutti quanti i vincitori delle diverse manifestazioni panelleniche come le Istmiche, le Pitiche, le Nemee e le Panatenee.

A seguire, una lista di massima delle discipline dei giochi panellenici:

Gare equestri

Carro
Corsiero

Gare Atletiche

Stadio
Corsa Doppia
Corsa Lunga
Corsa in Armi
Lotta
Pugilato
Pentatlo
Pancrazio

Gare Musicali

Citarodo
Aulodo
Auleta
Auleta per Coro

Note metrico-stilistiche: Non vi sono obblighi sul metodo di stesura metrica. Chi però non volesse usufruire del verso libero ma volesse adottare nello specifico un metro poetico, potrà usare il distico elegiaco o la forma dell’epinicio (consigliati). La scelta rimane sempre del partecipante nella sua piena libertà. L’importante è che si riesca a dare una certa atmosfera del momento e della consona cultura del tempo in cui avvenne la vicenda, ovvero risultino aderire maggiormente per qualità compositiva e raffinatezza stilistica al senso del mito (questa esortazione vale solo se scelta l’applicazione di uno stile metrico).
...

Gli elaborati dovranno essere inviati, per via cartacea a: Fabrizio Corselli, Via Alcide De Gasperi, 90 CAP 90146 Palermo come dattiloscritti in 3 copie, di cui una dovrà contenere le generalità e la firma dell’autore (È obbligatorio inserire, almeno: Nome, Cognome, Età, Titolo delle poesie partecipanti e la relativa certificazione di originalità e di inedito nella forma “Dichiaro che l’opera (Titolo dell’elaborato) è di mia creazione ed inedita”. La certificazione sarà replicata alla stessa maniera nel caso di una seconda poesia partecipante. La copia firmata dell’elaborato, dovrà essere inserita, in busta chiusa a parte, dentro una busta più grande che conterrà solamente le altre tre copie anonime. La busta a parte non dovrà presentare esternamente nessuna generalità dell’autore.

Nota.6 - Non è ammesso partecipare con opere che abbiano già concorso in altri premi letterari o che siano state pubblicate in altre collettive antologiche o quotidiani o riviste on line...

Nota.7 - Si declina ogni responsabilità per eventuali disguidi durante l’invio della email.

Nota.8- I dati personali sono tutelati secondo le norme vigenti sulla Privacy dell’articolo 675/96.

Nota.9 - I Risultati saranno comunicati ai relativi partecipanti in tempo debito, prima della riorganizzazione del materiale in vista dell’opera finale.

Nota.10 - La partecipazione all’iniziativa implica l’incondizionata accettazione del presente regolamento.

Nota.11 Finalità. I suddetti operati saranno selezionati per Tema singolo e riorganizzati secondo una struttura organica nell’ordine previsto dallo schema, in vista della formazione di una opera completa che avrà proprio per titolo "Olimpia - Il Respiro dell’Eternità". Tale opera sarà poi pubblicata sulla webzine italiana Kinglear, la quale si riserva il diritto di prima pubblicazione.

PER INFORMAZIONI

Fabrizio Corselli

Cel. 328-0628158

Per le informazioni, i risultati, le medaglie e le discipline sportive di tutte le edizioni delle Olimpiadi moderne

www.olympic.it

Per tutte le informazioni sulle Olimpiadi di Atene 2004

www.athens2004.com

Un messaggio, un commento?

Chi sei?
I tuoi messaggi

Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.